La Personalità Finanziaria n°1

Crede che il denaro abbia importanza, ma solo fino ad un certo punto. Cerca di vivere in modo sobrio entro i limiti delle possibilità. Si irrigidisce su alcuni giudizi legati al denaro, in particolare su cosa sia più giusto o sbagliato fare: ad esempio non ama i debiti.

Spende secondo queste convinzioni, si sforza di agire nel rispetto del budget che ha stabilito e per questo le risulta facile stare entro i limiti: è in grado di rispettare norme anche rigorose quando serve.

Per questa sua impostazione tesa al costante miglioramento, come valore assoluto, è facile notare una relazione con il denaro improntata alla mancanza. In condizioni di stress questa sensazione di scarsità viene acuita e per questo rischia di provare molto di rado sentimenti di soddisfazione.

Nelle sue parole quando parla del denaro è facile riconoscere una tensione che le impedisce di vivere serenamente il rapporto con i soldi. Creare un budget sembra un processo funzionale al rispetto di regole, utile a creare un falso senso di sicurezza.

La giovane Margaret vive a Grantham, dove i suoi genitori gestiscono un negozio di generi alimentari; suo padre, che lei ama molto, è impegnato in politica, mentre con la madre ha un rapporto conflittuale.

Terminate le scuole viene ammessa all’Università di Oxford, dopo aver ultimato gli studi abbraccia gli ideali del Partito Conservatore, entra in politica: faticherà ad affermarsi in un ambiente maschilista.

Riesce ad ottenere un seggio nella Camera dei Comuni poco dopo essersi sposata con Denis e, spronata dall’amico Airey Neave decide di candidarsi alla guida del Partito. Per riuscire nell’impresa realizza un drastico cambio d’immagine e prende lezioni di public speaking.

Il suo primo mandato si configura come molto difficile: la Thatcher vara infatti una politica di austerity che la porta – tra le altre cose – a subire un attentato dinamitardo nel Grand Hotel di Brighton.

La sua decisione di riprendersi le Isole Falkland ha come conseguenza lo scoppio di una guerra, ma negli anni ‘80 grazie alle sue riforme, il regno Unito vive un periodo di rinascita economica, che porta Margaret ad essere rieletta per ben due mandati consecutivi, guadagnandosi il soprannome di Lady di Ferro.

Cosa detesta come Cliente

Non sopporta il fatto di essere giudicata e criticata, perché è già portata ad una severa autocritica. Detesta tutto ciò che ritiene ingiusto, assume toni di voce inquisitori, tende a puntare il dito, ma cerca in ogni modo di contenere il suo forte risentimento. Ritiene di poter esprimere il proprio rancore solo se è assolutamente giustificato, e in tal caso potrà essere anche di una violenza inaspettata.

Essere nel giusto e fare le cose bene sono condizioni necessarie, anche se nel cuore c’è una vocina che mormora costantemente: “Puoi fare meglio, ce la puoi fare, puoi fare ancora di più!” Ecco perché è spesso percepita come una persona presuntuosa, rigida, una specie di “Grillo Parlante”.

La condotta altrui sono è mai adeguata ai suoi elevati standard di perfezione e questo la fa molto arrabbiare, ma riesce a controllarsi, anche se reprimere l’ira può dare origine a disturbi di tipo psicosomatico.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Aiutateli a rendere più leggero il loro compito, rassicurateli che commettere errori è umano, nessuno è perfetto: dagli sbagli si può imparare molto. Mostrate il buono, gli aspetti positivi delle scelte fatte, evitate di sottolineare i dettagli imperfetti. Fate notare loro come a volte, nelle scelte già fatte, sono stati eccessivamente critici, come si sono concentrati sugli aspetti di errore che su quelli positivi. Essendo importante per questa persona sentirsi utile mostrate come le scelte possano andare anche in quella direzione. Comportatevi in modo equilibrato, aiutateli a conoscere in anticipo i risvolti delle cose, quando è possibile date loro delle conferme positive sulle scelte fatte.

La Personalità Finanziaria n°9

Il denaro serve per vivere comodamente, comprare il comfort, ma non per affermarsi. Non prova interesse ad impegnarsi troppo nel rapporto con i soldi: sia quando si tratta di guadagnare, che di gestire, risparmiare od investire. Per lei i soldi sono uno strumento comodo, ma non bisogna diventarne schiavi.

Può essere difficile per lei negoziare un aumento, chiedere uno sconto etc. per via della necessità di mantenere la pace e l’unione a tutti i costi.

Si sente soddisfatta di ciò che ha e preferisce coltivare la gratitudine, poiché è impegnata nel mantenere equilibrio, pace e tranquillità d’animo.

Può ricercare modi per guadagnare e procurarsi ciò di cui ha bisogno, essere responsabile con i suoi risparmi, ma poiché l’attenzione è puntata su altro, non sarà mai una sua priorità.

Solo sotto stress diventa dubbiosa, prova ansia per le sue decisioni finanziarie, mentre quando è appagata diventa più progettuale.

Julia Child negli ‘50 si trasferisce a Parigi per seguire il marito che lavora come diplomatico. Qui impara le principali tecniche di cucina francese presso l’istituto “Cordon Bleu” e diventa brava al punto da poterla insegnare a due amiche. Insieme a queste ultime intraprende anche la stesura di un libro di cucina francese rivolto agli americani che non hanno una cuoca in servizio.

Julia si dedica per 10 anni alla sua monumentale opera, mentre vive in varie città europee sostenendo così la carriera del marito: lasciata l’amata Parigi vivono prima a Marsiglia, poi Bonn ed infine ad Oslo.

Dopo gli iniziali rifiuti editoriali Julia riesce a pubblicare il libro e si stabilisce definitivamente con il marito in America.

Cosa detesta come Cliente

Rifiuta ogni forma di conflitto, non sopporta essere messo sotto pressione, che gli si facciano troppe domande, che lo si spinga a prendere una posizione: detesta che gli venga chiesto un parere poiché non ha mai una sua posizione precisa.

Reprime la sua rabbia, la teme anche se solo nelle rare circostanze che la contatta ed usa ha le idee più chiare.

Solo quando si sente perfettamente al sicuro si mostra, diversamente sta nei suoi spazi ed odia le invasioni di campo.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Ha bisogno di essere costantemente stimolato, bisogna evitare che si rifugi nelle abitudini, supportatelo nel fare nuove esperienze di investimento quando necessario per diversificare il portafoglio.

Approvate le sue scelte, in modo molto accogliente stimolatelo in modo da aiutarlo ad elaborare un suo punto di vista. Date delle abitudini nei vostri incontri, sostenetelo nello stabilire degli obiettivi precisi e a lavorare con voi per ottenerli.

Se manifesta della rabbia ascoltatelo senza riserva, appoggiatelo senza indugi, non sostituitevi a lui altrimenti sarà l’occasione di perdere ancora di puù l’attenzione sul suo punto di vista.

Valorizzatelo a partire dai suoi punti di forza,

fatelo lavorare sulla gestione del tempo, siate fermi sul mantenere il rispetto della pianificazione svolta insieme.

Per dare il meglio di se ha bisogno di vivere la consulenza come un momento tranquillo e pacifico, ha bisogno di sentire che lo ritenete competente. Che gli riservate tutta la vostra attenzione.

La Personalità Finanziaria n°8

Vuole quello che vuole. E’ convinta fino in fondo che con il suo duro lavoro, ha il potere e la forza di ottenere ciò che vuole. Piuttosto che ridurre le sue spese o bisogni, preferisce uscire e andare a cercarne di più.

Brava nel negoziare, fare pubbliche accuse e denunce (dagli errori sui conti, alle variazioni di contratto non annunciate, ecc). Indipendente e determinata; quando trova un sistema per gestire il suo budget ha facilità nel rispettarlo, ma può spendere anche tutta la cifra che ha guadagnato.

Quando vuole una cosa trova il modo per ottenerla, anche se può rimanere bloccata nella mentalità del “tutto o niente”, perché si sente del tutto autonoma ed indipendente. Può evitare di parlare di denaro per evitare di essere controllata e sotto stress diventa “avara”: teme l’eventualità di dover ricorrere all’aiuto esterno, come fare un debito, e riconoscere di essere debole o fragile.

Un appuntamento per parlare di denaro o di argomenti finanziari, determinare un budget può diventare un modo di avere controllo sui soldi, ma va visto come un obiettivo di crescita.

A riposo diventa molto generosa, trova il modo di fare regali, donare ad amici e parenti ciò di cui hanno bisogno; a quel punto le piace offrire un caffè, fare regali inaspettati, senza motivo, etc.

Violet è un’anziana malata di tumore che vive con il marito Beverly, il quale un giorno scompare misteriosamente. La figlia Ivy indice una riunione familiare per ritrovare il padre e chiede alle sorelle (Barbara e Karen) di tornare in Oklahoma dalla madre.

Tutti i componenti della famiglia iniziano a farsi domande, riaffiorano nella mente ricordi spiacevoli, quando Violet e le figlie vengono informate dallo sceriffo che che Beverly è morto mentre era in barca: probabilmente suicida.

Dopo il funerale la famiglia si riunisce a pranzo e Violet comincia ad attaccare tutti e a raccontare senza amore alcune verità di famiglia. Violet ha una personalità forte, gestisce i suoi affetti come un capomafia e si trasforma in un carnefice verbalmente molto violento e per questo alla fine resta sola dopo le amare rivelazioni sulla morte di Beverly e sul testamento.

Cosa detesta come Cliente

Non sopporta gli opportunisti e le ingiustizie, attacca i suoi avversari, denuncia senza remore e non esita a calunniare gli oppositori.

Il suo motto è “O con me o contro di me!”, se non interpreta il vostro comportamento come da suo affiliato, vi posizionerà tra i nemici, poiché odia le mezze misure e le posizioni neutre.

Non ama analizzare se stesso, preferisce agire e si ribella al comando di un altro.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

E’ un cliente che va affrontato con il “pugno di ferro in un guanto di velluto”. Mostrate come non sia possibile ottenere tutto con la forza e che bisogna saper mediare tra le infinite gradazioni di grigio.

Mostrate rispetto, non mentite mai su ciò che sta accadendo, mostratevi semplicemente fermi e fategli fare l’esperienza che mostrare i propri sentimenti non è un segno di debolezza.

Sarà importante affiancarlo in ogni operazione che richiede pazienza e mostrate loro come sia importante riflettere in finanza prima di agire.

E’ importante che voi per primi non indietreggiate di fronte alle sue provocazioni: perdereste la sua stima e il suo ascolto.

Accogliete con un sorriso e tranquillità le sue istanze, mostratevi e lui così potrà mostrare i suoi bisogni reali.

Non concedete il minimo spazio alle sue pretese ingiustificate, anche se il suo principale bisogno è quello di essere rispettato. Per lui in verità è importante avere vicino un Consulente che stima a cui confidare i suoi bisogni.

Ha bisogno di sentire la fermezza in chi si occupa delle sue faccende, poiché questo lo fa sentire più sicuro, apprezza chi gli si oppone, ma è determinante essere anche giusti e autorevoli.

Ama sapere che contate su di lui.

La Personalità Finanziaria n°7

Il denaro è molto significativo ed importante per questo profilo. Percepisce con entusiasmo tutte le possibilità che i soldi possono portare. Vede nel denaro le numerose opzioni e la libertà che può offrire. Poiché odia sentirsi intrappolata, costretta, inscatolata o limitata, non ama stabilire un budget e tanto meno rispettarlo, tuttavia ha la dote di saper ottimizzare ciò che ha e adora spendere ed investire.

L’unico modo di garantirsi delle entrate e dei guadagni è facendo ciò che ama fare, solo questo le può permettere di avere delle entrate e svolgere attività con alto potenziale. Le piace vivere il momento ed apprezzare tutto ciò che la vita le può offrire, per questo le spese migliori sono quelle sostenute per vivere delle esperienze: praticare lo sport preferito, accessori per gli hobby, etc.

Può correre grandi rischi poiché ha la tendenza ad evitare di monitorare le spese e tenere sotto controllo il suo c/c, dare una direzione alle sue finanze. Solo sotto stress può diventare più ligia e “perfezionista” ed essere estremamente critica verso le sue finanze o bisogni. Poiché ha la tendenza a spendere in modo impulsivo, l’ideale sarebbe creare uno spazio tra l’impulso e la spesa: pianificare per evitare le gratificazioni immediate. Solo quando è a riposo riesce spontaneamente ad ottenere ciò che vuole, fare buoni affari ed a rispettare il budget.

Donna vive con la figlia Sophie, in procinto di sposarsi, su una piccola isola greca, dove gestisce un hotel chiamato Villa Donna. Ha scritto nel corso del tempo un diario, in cui racconta la sua gioventù e i suoi tre grandi amori (Sam, Bill e Harry); quando Sophie lo legge, crede che uno di questi possa essere suo padre e per questo decide di invitarli, all’insaputa della madre, al suo matrimonio.

Sull’isola iniziano ad arrivare gli invitati, tra cui le migliori amiche e i tre vecchi amori di Donna. Sophie cerca di tenere nascosto l’arrivo dei tre ex fidanzati alla madre, mentre Donna scopre la loro presenza sull’isola e cerca di tenerli alla larga dalla figlia, ignorando che sono lì proprio su suo invito.

Il giorno del matrimonio Donna decide di accompagnare la figlia all’altare, mentre i tre uomini, non potendo sapere chi di loro è il padre, accettano di essere ognuno “padre per un terzo” di Sophie.

Durante la cerimonia Sophie si rende conto di non volersi sposare, mentre Sam decide di chiedere a Donna di sposarlo e lei accetta.

Cosa detesta come Cliente

Si arrabbia molto se gli viene impedito di fare ciò che vuole. Teme i conflitti e non sopporta di essere richiamato all’ordine o ripreso, ha paura che gli si faccia terra bruciata intorno. Quando ha paura cerca di ingraziarsi l’interlocutore con la sua affabilità, oppure lo ignora concentrandosi su un particolare positivo per ignorare il lato spiacevole.

Ritiene che gli obblighi siano opinabili, appena può li evita, a meno che non gli vengano presentate ottime ragioni per cui ne vale la pena. Considera frustranti gli orari, i compiti, le necessità, la disciplina, i divieti e gli impegni.

Rifiuta ogni emozione spiacevole poiché non la sa gestire.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Sostenetelo nell’imparare con gradualità la disciplina, illustrando il senso e la necessità delle cose, limitandosi ad obiettivi precisi e a breve termine.

L’ideale è assegnargli dei compiti e lasciarlo libero di svolgerli a modo suo. Ha bisogno di imparare ad impegnarsi nel “qui e ora”, rispettare i patti, avere pazienza nel perseguire gli obiettivi.

Mostrate come piccoli sacrifici oggi danno notevoli risultati nel lungo periodo, formatelo al rispetto delle regole.

Mostrate come sia possibile mantenere aperto il canale delle emozioni comprese quelle spiacevoli.

Sapere di avere amici e di essere simpatico lo mette di buon umore, quando è tranquillo di non rimanere solo, allora il futuro gli appare roseo. Il gioco è il messo migliore per formarlo, poiché è disponibile solo quando si sente bene.

La Personalità Finanziaria n°6

La nostra guida e mentore nel Viaggio tra le ) Personalità Finanziarie ha scelto per illustrarci il Profilo 6 la protagonista di questo film “La stanza di Marvin”.

Profilo 6

Esistono periodi e circostanze in cui riesce a vivere in modo frugale, mentre a volte si ritrova a fare spese pazze. Ha un comportamento ambivalente verso il denaro: le interessa guadagnare bene perché i soldi le danno sicurezza, ma dubita del loro reale valore.

Pensa che è di aiuto in caso di problemi per poterli superare. E’ accurata nelle scelte di acquisto e fa delle ricerche prima di passare all’azione. E’ sempre alla ricerca di maggiore sicurezza, allettata dal denaro per la sua funzione in caso di scenario spiacevole.

Apprezza le cose chiare e strutturate per cui avere e rispettare budget può essere un processo facile da padroneggiare. Sotto stress tollera poco il rischio e prendere decisioni molto lente quando si tratta di denaro. Pensa spesso al verificarsi del peggior scenario possibile e per questo resto intrappolati in una visione di scarsità, mancanza e nella sensazione di non avere abbastanza. Per questo possono anche diventare un pò ossessivi verso i loro obiettivi a scapito di un più salutare punto di equilibrio.

A riposo anticipa con un programma i passi da compiere, in modo da poter reagire più rapidamente e non perdere opportunità: riesce così a gestire in modo vantaggioso il tempo e le energie insieme al valore del denaro invece di guardare solo al costo.

Lee fa la parrucchiera in un piccolo paese dell’Ohio, vive sola con i suoi due figli e il più grande le reca non pochi problemi. Dopo vent’anni, la sua vita si riannoda a quella della sorella Bessie che vive in Florida accudendo il padre da anni allettato e l’anziana zia.

Lee decide di andare con i figli in soccorso della sorella alla quale è stata diagnosticata la leucemia. Appena arrivati, il figlio adolescente Hank si mostra piuttosto ostile e completamente indifferente sia ai problemi di salute della zia, ma pian piano ne nasce un rapporto speciale. La zia gli racconta di come era la vita di sua madre quando stava ancora con suo marito e Hank ha finalmente l’occasione di sentire la storia di suo padre e dare una risposta alla tante domande a cui sua madre non ha mai voluto e saputo rispondere.

Le due sorelle non sono ancora riuscite a superare i loro dissapori, ma Bessie vorrebbe che la sorella si trasferisse da lei definitivamente per assistere suo padre. Lee è assolutamente contraria e ribadisce la scelta fatta vent’anni prima di non voler restare rinunciando così alle sue ambizioni e ai suoi progetti. La sera, Lee propone alla sorella di pettinarle la parrucca che indossa da quando fa la chemioterapia. Il risultato è un taglio moderno che mette di buon umore Bessie, Lee inizia a fare coraggio a Bessie, a starle vicino, arrivando a capire che è giunto il momento di perdonare ed andare oltre.

Sfortunatamente nessuno dei familiari è compatibile per cui non sarà possibile eseguire il trapianto. Lee nella stanza di Marvin, vedendo la sorella divertirsi a produrre dei giochi di luce per il padre sente di poter dare e ricevere amore e quindi anche di poter vivere tutti insieme in quella casa.

Cosa detesta come Cliente

Non sopporta le novità, ha bisogno di tempo per preparasi, questo perché non riesce in modo fluido ad essere flessibile. Si muove con i radar accesi come una nave da guerra in allarme. Sempre pronto a saltare sulla difensiva, cerca di scoprire le “vere” motivazioni dietro ai comportamenti altrui e scatta in fuga o in attacco al primo segnale di pericolo.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Avendo difficoltà a portare avanti le responsabilità, poiché vissute come impegni gravosi ai quali non si può sfuggire, è importante mantenere aperti i canali di comunicazione emotiva, per mostrare e guidarlo a pensare con la propria testa ascoltando il proprio cuore.

Ha bisogno di mantenere il dialogo per sviluppare la stima di se e la fiducia negli altri. Accompagnatelo a verificare con voi le cose che non gli tornano, e mostrategli come sia stancante guardare solo al lato negativo delle cose.

Aiutatelo ad allentare l’eccessivo sendo del dovere che ha sviluppato che rende altrimenti impossibile portare a termine una buona Pianificazione Finanziaria. Ha bisogno che gli venga risposto sempre in modo esaustivo: siate autorevoli secondo regole precise e non mutevoli, poiché si ribella ad ogni autorità mutevole e incoerente.

Siate per lui un esempio pratico di ciò che deve imparare a fare, mostrategli come si fa. Fategli notare le occasioni in cui è riuscito a superare brillantemente le situazioni brutte e rischiose che si è trovato ad affrontare.

Ama le cose chiare, ha bisogno di linee guida chiare, ama gli ambienti stabili e strutturati.

La Personalità Finanziaria n°2

Ecco un’esemplare rappresentazione del Profilo 2, dove la splendida Meryl Streep ci regala la sua versione di Florence Foster Jenkis del film “Florence”.

Profilo 2

Spendere, donare, fare regali è un modo di offrire amore, con l’aspettativa che tanta generosità venga apprezzata. Poiché spendere per se stessi è da egoista, si spera così di ricevere qualcosa dagli altri.

Ottimista e generosa, non ha paura quando si tratta di soldi. Vuole donare e nutrire, per cui si concentra sull’essere utile ed offrire soldi per il comfort e il benessere di chi la circonda. Ha la capacità di rispettare un budget quando ne conosce il motivo più profondo. Un po’ come farebbe Francesca.

Poiché agisce con il cuore, può essere difficile mettere dei limiti alle richieste che arrivano per paura che dicendo di no possa contrariare chi le sta intorno. Questo può portare a spese eccessive. Sotto stress può decidere di fare acquisiti e regali con l’intento di ricevere quello di cui ha bisogno, senza chiedere.

Ignora il bisogno di avere e rispettare un budget e si lascia condurre da azioni ed obiettivi di breve periodo. Cerca modi in cui avere e ricevere denaro possa essere facile. Crede di dover lavorare duramente per l’amore e questo pensa che possa tradursi in denaro.

Florence è una ricca ereditiera con la passione per l’opera. La donna è estremamente gioviale, ma cela un segreto: da giovane ha contratto la sifilide dal suo primo marito, e convive da tempo con la malattia; per questo motivo lei e St.Claire, un attore fallito che le fa da agente, hanno un matrimonio bianco e l’uomo, vive separato da lei ed ha una relazione con la giovane Kathleen.

Ormai anziana, Florence decide di riprendere le lezioni di canto, ma possiede una voce tremenda, è stonata e non ha la minima capacità di tenere il tempo, nonostante suo marito e il maestro di musica Carlo Edwards la illudano di essere una cantante formidabile, vedendo la sua malattia peggiorare, temono che contrariarla le potrebbe essere fatale. Florence incoraggiata dal successo ottenuto in una rappresentazione organizzata per amici e affezionati, registra un disco da regalare. Dietro quella che sembra una grande beffa c’è in realtà una storia di grandi sentimenti reciproci tra Florence e St. Claire (anni prima lei aveva fatto lo stesso per lui). Sempre più entusiasta del proprio falso successo, Florence decide di organizzare un concerto di beneficenza. Arriva il giorno del grande evento i soldati, divertiti dall’incompetenza della donna, ridono e schiamazzano, ma gli amici di Florence riescono a portare la calma in platea e il concerto si conclude con un’ovazione. Tuttavia Earl Wilson, giornalista del New York Post va via sdegnato e scrive una pessima recensione dello spettacolo, che ritiene un oltraggio alla musica. E’ cosi che Florence comprende che tutti hanno sempre riso alle sue spalle, e ciò le causa un collasso. Poco prima di spirare Florence afferma: “Le persone possono dire che non so cantare, ma nessuno potrà mai dire che non ho cantato.”

Cosa detesta come Cliente

Non sopporta l’ingratitudine e l’indifferenza, la mancanza di affetti e la solitudine. Si isola solo se deve prendere decisioni importanti o se si sente profondamente delusa. Se è costretta a stare da sola non se ne sta con le mani in mano. Ha bisogno di condividere con qualcuno gli eventi piacevoli, altrimenti non riesce a gioirne, quindi le piace: chiacchierare altrimenti non le sembra di aver veramente vissuto una certa situazione.

Considera uno sgarbo imperdonabile ricevere un rimnprovero, a meno che non gli sia rivolto con i dovuti modi e venga accompagnato dalle opportune spiegazioni.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Accompagnatelo a sentire quello che veramente desidera, svincolato dalle necessità altrui. A volte è necessario aiutarlo a dire qualche no, per rimanere concentrati sulle proprie esigenze. Aiutatelo a sostenere i suoi interessi a spendere anche per sé.

E’ importante trasmettere solidarietà, essere apprezzata la fa sentire bene, sentire di essere sostenuta le fa superare i momenti difficili.

Ha bisogno di avvertire affetto, accoglienza e sostegno e che la gente le sia grata.

Bill Gates

Bill gates …è così che mi immagino il Profilo 5 tutte le volte che mi approccio alla Profilazione ed è così che lo descrivo nel mentre che parlo delle caratteristiche di questa specifica Personalità Finanziaria all’interno dei miei interventi formativi rivolti ai Consulenti.

Bill Gates

Ha bisogno di comprendere e per questo si è concentrato sull’affinamento delle proprie conoscenze in modo diretto e personale nel suo ambito di applicazione.

Non sarebbe mai potuto diventare un cane da tartufi – nel campo delle nuove tecnologie -, sviluppando idee ed intuizioni con Paul Allen, un amico con cui era in affari quando aveva 15 anni.

Un giorno Paul mostrò a Bill una rivista che conteneva il mini-computer Altair 8800, ciò li incuriosì, svilupparono insieme un software di base in grado di massimizzasse il potenziale dell’Altair. Era appena nata la Microsoft.

Nel corso della sua carriera è sempre stato molto avaro ed attento nei confronti del suo prodotto: Microsoft è una sua creazione insieme ad Allen.

E’ un carattere pensiero, quando parla in un’intervista si mostra distaccato, tiene per se le sue emozioni, preferisce concentrarsi su dati ed idee.

La Personalità Finanziaria n°5

Ecco che qui Meryl Streep – nostra mentore e tutor in questo viaggio tra le 9 personalità finanziarie ci presenta il Profilo 5.

Profilo 5

Riduce al minimo i suoi bisogni e le sue esigenze di denaro. Necessita di pochissimi soldi per sopravvivere. Rimane distaccata ed alimenta questo atteggiamento per stare al sicuro. Non è disponibile a fare grandi sforzi per amore del denaro, lo apprezza principalmente per l’autonomia che regala.

Ha una profonda conoscenza di ciò che vuole, ma non è disposta a diventare vulnerabile: questo significa che spende solo stando entro i limiti delle possibilità. Brava nel fare affari, non è influenzata dalle mode. Può rimanere a lungo senza soddisfare bisogni e desideri, tanto che alla fine diventano bisogni o desiderano molto di più nel loro conto di risparmio di quanto ne abbia effettivamente bisogno perché si sente più sicuro. La comunicazione può essere sfidata e possono avere la tendenza a tenere per sé i loro problemi invece di parlarne. Sotto stress può andare verso Klimt e fare delle spese rischiose. Tratta i tuoi soldi come una relazione di valore in modo da poterti connettere e conoscere i tuoi soldi. cerca modi per comunicare in modo coerente sul denaro con qualcuno di cui ti fidi. Trova un sistema di monitoraggio del denaro che sia facile per te e che non richieda troppa energia. Fidati delle tue conoscenze ed esercitati a parlare di cose più piccole come un oggetto che viene scansionato in modo errato al negozio di macelleria.

Brooke Reynolds aiuta il dott. Rice, psichiatra, a scoprire chi ha ucciso Bynum, capo ed amante di Brooke e paziente in analisi presso il Dr. Rice.

Mentre Brooke, cerca di evitare l’ispettore di polizia impegnato nelle indagini, poiché è stata l’ultima persona a vedere in vita il medico trincerandosi dietro il segreto professionale, non collabora con la polizia e avvia delle indagini per conto suo.

Tra le ombre d’una New York spettrale, Brooke e Rice cerca di dipanare una matassa che fino alla fine sfugge. Dopo altri due assassini – quello di un ladro che aveva da poco estorto il cappotto al dottore e quello del detective incaricato del caso – il dottore sfrutta un sogno del suo ex paziente per arrivare alla conclusione che troverà una chiusura nella casa sul mare di Brooke.

Cosa detesta come Cliente

Detesta essere sotto ricatto emotivo: tiene tutto dentro perché non vuole sentirsi vulnerabile. Rinuncia a qualsiasi cosa non dipenda da lui: vuole essere assolutamente autonomo.

Non sopporta gli vengano rivolte domande personali, non ama il fatto che gli altri siano curiosi di conoscerlo di più, Nè le discussioni prive di logica o inutili, fatte tanto per far passare il tempo. Odia le situazioni caotiche, le situazioni improvvise, non ama essere interrotto in un processo in cui è impegnato. Ama più osservare che partecipare.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Ha bisogno di essere aiutato ad esprimere le sue esigenze, poiché spesso pretende di conoscere con la testa ciò che va avvertito con il corpo: come ad esempio i suoi reali bisogni.

Per entrare in relazione sincera con lui bisogna partire dai suoi interessi. E’ importante che oltre che dalla lettura tragga informazioni utili per prendere decisioni anche in base alla sua esperienza diretta. Aiutatelo ad entrare in relazione con i soldi non solo per il tramite della testa, ma con tutto se stesso.

Se vi sembra distante lasciatelo tranquillo, perché talvolta ha bisogno di stare da solo, ma con discrezione periodicamente verificate se ha voglia di parlare con voi.

Mostrate rispetto nei suoi confronti, verso la sua tana, più sarete discreti e più si troverà a suo agio. Non interrompetelo quando parla: è un test sulla vostra capacità di ascolto, se lo deludete in questo senso cercherà un altro Consulente.

Se dovete fare delle variazioni dategli comunicazioni tempestive, dettagliate, precise. Vuole sapere tutto del mondo di cui fa parte, se chiede spiegazioni devono essere esaurienti, ben strutturate e dettagliate.

La Personalità Finanziaria n° 3

Ecco una eccellente dimostrazione dell’atteggiamento tipico del Profilo 3.

Profilo 3

Il denaro è una forma di convalida: guadagnarlo, poterlo spendere senza problemi, mostrare il successo personale, è quello che ama fare.

Le sue ambizioni riguardo al denaro sono illimitate, investe su se stessa, sulla propria crescita e sviluppo personale per avere ancora più successo. E’ pronta a lavorare sodo per avere tutto questo, compreso il sacrificio della propria vita intima ed affettiva.

E’ guidata da obiettivi di guadagno per avere prestigio e conservarlo! Spinta dai risultati e dai riconoscimenti, usa il denaro come strumento per raggiungere obiettivi che portano a fare ancora più soldi.

Può cedere alla spesa al di fuori dei suoi mezzi per aumentare il prestigio e “presentarsi”. Spinti dalla brama del risultato, può ritenere che non ne avrà mai abbastanza. Sotto stress può cedere alla tentazione di voler ottenere risultati a tutti i costi.

Donare, investire in cause esterne è importante. Saper usare i soldi al di là di se e degli obiettivi è una bella sfida. A riposo cerca prodotti capaci di incentivare un migliore equilibrio personale.

Miranda è la direttrice della prestigiosa rivista di moda “Runway” il suo tema è chiaramente il Successo e il Prestigio. Vestita con abiti alla moda e uno stile di superiore glacialità, reso possibile dal suo ruolo sociale, conquistato con molti sacrifici (la sua vita privata e famigliare è praticamente inesistente) e il potere conferitole dal suo lavoro.

La prima apparizione di Miranda è molto rappresentativa… Costantemente impegnata nel suo lavoro, non gratifica nessun collaboratore, ma anzi per difendere il suo prestigio è pronta a sacrificare ogni rapporto.

Preoccupata più dal fatto di vedere incrinata la sua immagine pubblica, di fronte alla richiesta di divorzio del marito, rispetto al pericolo di essere scalzata nel suo ruolo da una più giovane rivale, mostrarsi sicura e vincente la aiuta a nascondere la sua fragilità.

Cosa detesta come Cliente

Non sopporta stare ferma ed inattiva: non agire equivale ad annoiarsi. Non tollera gli stop forzati da malattie o altre cause.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Aiutatelo a vedere che lo spirito competitivo è soprattutto una gara con se stessi e che anche le sue emozioni sono importanti oltre che raggiungere maggiori guadagni o acquisire nuovi beni.

Poichè la cultura dominante incoraggia molto la sua tendenza a perseguire il successo fine a se stesso e il desiderio di possedere beni di lusso, è fondamentale ridurre l’impatto di informazioni provenienti dai mass media o da fonti pubblicitarie, che possono sortire un grosso impatto. Mantenete la Consulenza e la Pianificazione su ciò di cui sente bisogno come persona, non su ciò che fa. Poiché tende ad interrompere le sue azioni quando vede spuntare un possibile fallimento, aiutatelo a perseverare anche se pensa che non sia utile: la cosa importante con lui e mantenere i patti fatti all’inizio della Consulenza.

Spiegate che errori e possibili perdite sono occasioni per imparare cose nuove e diverse e che non è vero che gli sconfitti sono messi da parte. Poco orientato al presente, vive soprattutto proiettato nel futuro. Sostenetelo nella capacità di entrare in contatto con i suoi bisogni, valorizzare la capacità di riflettere ed esprimere le sue esigenze.

Mostrate la fiducia che provate nei suoi confronti, vedere riconosciuti i suoi successi lo rassicura: agire è molto importante anche per superare insuccessi e perdite.

Si sente a suo agio solo se vengono apprezzate le sue abilità, competenze, successi.

La Personalità Finanziaria n°4

Ecco la nostra splendida tutor Meryl Streep che ci illustra la mentalità tipica del Profilo 4.

“Il denaro è una cosa banale, non ha molto a che fare con quello che sono e non ho intenzione di farmi infastidire da cose che non sono significative. Sono riluttante a fare grandi sforzi in nome del denaro, poichè non credo che sia davvero significativo o possa riempire la mia vita”. Hanno la capacità di pensare in modo creativo anche su come usare i loro soldi e farli funzionare secondo i loro valori: ciò è particolarmente utile nelle situazioni più difficili.

La sua relazione con il denaro è funzionale all’espressione della sua unicità, ma le alcune sue convinzioni possono esserle d’intralcio. Più immaginativi, può essere difficile entrare in azione, ma quando lo fanno sotto stress sono inclini alla generosità come Florence, più attenta alle esigenze altrui che alle proprie.

I soldi sono uno strumento che può rivelarsi utile nella vita quotidiana, è quindi importante trovare il proprio modo di tenerne conto. Creare un budget, controllare periodicamente il c/c può fare la differenza. Anche se il denaro non potrà mai essere un valore di per sè, è importante rimanere in contatto con questa risorsa. Identifica i tuoi valori più profondi e trova il modo di spendere in linea con questi valori, non cercare di compiacere con i soldi.

Mentre i familiari sono fuori città per quattro giorni per partecipare ad una fiera di bestiame Francesca fa la conoscenza di Robert, un fotografo impegnato in un reportage sui ponti coperti della contea. Accomunati dalla sensazione di aver rinunciato alla vita che desideravano da giovani, il loro incontro si trasforma in passione.

Il tema di Francesca è la dolcezza del rimpianto (da colta professoressa si adatta a fare la casalinga), ma la sicurezza della vita famigliare stride con la sua eleganza e le sue passioni sembrano fuori contesto.

I diari mostrano come spesso si rifugi in un suo mondo ideale, emerge il suo pessimismo malinconico, ed anche di fronte alla passione prova un senso di inadeguatezza.

Consapevole che se avesse vissuto la relazione avrebbe perso la sua poetica e magica intensità decide di non seguire il fotografo e di alimentare questo amore impossibile a distanza.

Cosa detesta come Cliente

Detesta tutto ciò che è banale, ordinario, scontato: la realtà così come è per lui è spenta. Non vuole avere a che fare con persone banali, ordinarie, né tanto meno fare ciò che fanno tutti. Cerca nel suo MI la via di fuga da una realtà che vive come penosa.

Detesta che gli si faccia notare che è troppo umorale: vuole distinguersi ed essere riconosciuto proprio nel suo modo unico di vivere e percepire le cose.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

E’ indispensabile agire in sintonia con il suo mondo emotivo, ma allo stesso tempo è importante lo aiutate a tenere presente gli aspetti materiali delle sue scelte: l’importanza di avere una regola e una disciplina con cui interagire con il resto del mondo: compreso quello finanziario.

E’ importante evitare che si isoli, aiutatelo a vedere nel vostro spazio di Consulenza un luogo in cui essere visto, accolto nei suoi bisogni, lasciate che vi confidi la sua unicità, le sue preferenze ed accompagnatelo nel portare anche l’attenzione sugli aspetti pratici.

Aiutatelo a vivere nel presente, piuttosto che nel passato, sapendo che per prima cosa lui vede il bicchiere mezzo vuoto, con pazienza portate la sua attenzione sul fatto che è anche mezzo pieno e che l’erba del vicino non è sempre la più verde.

E’ importante offrire un ascolto attento e durante i colloqui di Consulenza farlo sentire al centro della vostra attenzione. Rassicuratelo dando attenzione, facendo complimenti sul suo stile di abbigliamento o qualsiasi altra cosa che notate. Lo rende tranquillo parlare di sé, esprimere ciò che ha nel cuore e sentirsi compreso. Ha bisogno di sentirsi accolto: rassicuratelo.