Posso aiutarti come Coach

Sei un Architetto delle Scelte e vuoi comprendere a pieno gli strumenti messi a punto dalla Finanza Comportamentale.

In questi giorni – ti scrivo a ridosso del conflitto in Ucraia è tornato di moda parlare della mancata Pianificazione acausa di Clienti in agitazione e Consulenti in difficoltà.

Per non perdere la serenità è necessario che Tu tenga conto di un fatto IMPORTANTE!

Così come non ha più senso parlare di prodotti svincolati dai reali Bisogni di Vita del Cliente, non è possibile svolgere un’ottima Consulenza Finanziaria senza tenere conto dei contributi più importanti offerti dalla Finanza Comportamentale.

La scorsa estate è uscito l’ultimo libro di D. Kahneman, se non inserisci BIAS Cognitivi ed Emotivi – insieme al RUMORE – nel quadro più ampio del Cliente e del suo Rapporto con il Denaro, sarà difficile aiutarlo a fare ciò che ha bisogno di fare e che allo stesso tempo lo spaventa e atterrisce: PIANIFICARE.

PIANIFICARE è un atto SPIACEVOLE E DOLOROSO, ma alo stesso tempo VITALE E NECESSARIO.

Potresti mai parlare ad una persona dei suoi riferimenti senza parlare della sua Famiglia? Come puoi parlare ad un Cittadino dei suoi bisogni finanziari senza parlare del suo rapporto con i SOLDI? Come puoi parlare di Orizzonte Temporale senza parlare di vita, morte ed asse ereditario? Come puoi parlare di Profilo di Rischio se non sai cosa vale per lui la pena di avere coraggio?

Gran parte dei suggerimenti introdotti dalla Finanza Comportale oggi ci dicono che Pianificare è possibile solo tenendo nella debita considerazione la Personalità Finanziaria del Cliente e dei suoi blocchi emotivi. NOn certo per vendere il prodotto singolo, ma per aiutare a Pianificare e smuovere la mole di liquidità ferma sui conti che non fa altro che danneggiare le famiglie e l’economia dell’intero Bel Paese.

Una volta coperti i bisogni di base, la nostra serenità non dipende da ciò che abbiamo nel ME (Mondo Esterno), bensì da cosa sentiamo nel nostro MI (Mondo Interno), rispetto a ciò che accade nel concreto e di conseguenza come amministriamo i nostri beni.

Per vivere serenamente in un Mondo Materiale (ME) abbiamo bisogno di mettere in equilibrio queste 9 FUNZIONI, per vivere l’abbondanza presente e superare le logiche di scarsità, paura e immobilismo, quando ci rapportiamo al DENARO.

La Pianificazione Finanziaria

Ognuno dispone di una sola vita, ha un tempo limitato, un termine sconosciuto fino all’ultimo, sentiamo che per noi la nostra esistenza è molto preziosa e per questo ci troviamo nella condizione di doverla amministrare: la stessa cosa capita nel rapporto con i soldi.

Per Pianificare correttamente i Clienti hanno bisogno di porre attenzione a tutti questi nove aspetti – legati alla gestione equilibrata del denaro e che permettono ad ognuno di noi di sentirsi ricco (MI) – oltre che di disporre di una ricchezza (ME) – sperimentando sentimenti di abbondanza e superando la sensazione di scarsità.

Per Pianificare correttamente Cliente e Consulente devono integrare i loro 3 cervelli.

La nostra Abilità più grande: integrare queste 3 Abilità!

I Tre Centri dell’Intelligenza

La nostra sensazione di scarsità – come dimostrano le ricerche Neuropsicologiche e la Teoria dell’Attaccamento – dipende dalla mancata capacità di integrare le informazioni provenienti dai nostri tre cervelli: azione, emozione, cognizione.

Sebbene tutti noi possediamo tutti e tre queste abilità, la nostra Personalità Finanziaria ha un particolare radicamento ad una “casa base” in una di esse.

Conoscere il centro “preferito” Tuo e del tuo Cliente ti permette di entrare in possesso della chiave per sviluppare una Consulenza e una Pianificazione Finanziaria efficace ed efficiente attraverso il superamento dei blocchi e dei punti ciechi. Questa guida introduttiva illustra le nove Personalità Finanziarie divise per il loro centro di appartenenza.

Ogni gruppo è composto da tre personalità Finanziaria, contraddistinte da una Emozione Tabù (Ira, Tristezza o Paura) che viene per così dire: negata, rimossa o “cavalcata”. Sono queste emozioni secondarie, indotte da abitudini mentali che compromettono la capacità di Pianificare efficacemente, che costituiscono i maggiori blocchi e punti ciechi e che determinano quello che viene denominato: Profilo di Rischio.

Le personalità Finanziarie (profilo 8 -9 – 1) con un Centro Istintivo o dell’Azione guidano la propria vita attraverso una consapevolezza corporea, il movimento, sensazioni viscerali, sicurezza personale. La loro attenzione va nell’essere in controllo di se stessi e nel prendere decisioni in modo pratico. Hanno come emozione Tabù l’IRA.

Qui ti mostro alcuni tratti della Personalità Finanziaria 8 (Violet docet) guarda come si rapporto al denaro, asse ereditario e proprio territorio.

https://youtu.be/tZkNW6tvD68

Le personalità Finanziarie (profilo 2 – 3- 4) con una Base Emotiva o del Cuore danno grande risalto alle emozioni e ai sentimenti sia positivi che negativi, mostrano empatia e preoccupazione per gli altri, sono romantici e devoti. La loro attenzione va alle relazioni, al successo e all’avere prestazioni che siano all’altezza delle aspettative del proprio lavoro e a quelle altrui. Hanno come emozione Tabù il DOLORE

Qui ti mostro alcuni tratti della Personalità Finanziaria 3 (Miranda e il successo) il guadagno e lo status sociale in nome del quale sacrifica tutto è esclusivamente funzionale ad avere pubblico e sostegno, ammirazione, anche se paraddosalmente è proprio quello che rischia di perdere (in una scena si parla dell’ennesimo divorsio in nome della carriera e dei giuadagni).

Le personalità Finanziarie (profilo 5 – 6- 7 ) con un Centro Cognitivo o del Pensiero guidano la propria vita attraverso le idee, percezioni e pensiero razionale. Danno grande risalto alla ricerca di informazioni e nell’immaginare gli eventi futuri prima di agire. L’attenzione va su tutto ciò che crea certezza e sicurezza o sulla ricerca di molteplici opzioni. Hanno come emozione Tabù la PAURA.

Detto questo…bisogna che inizi a tenerne conto durante il Processo di Pianificazione, se vuoi fare seriamente una Consulenza in base alle ricerche in Finanza Comportamentale!

Devi conoscere il Ciclo di Contatto dei Bisogni e la relazione con la Pianificazione

Saper integrare le Competenze Tecniche proprie della professione del Consulente Finanziario con le informazioni suggerite dai punti ciechi della Personalità Finanziaria permette di rendere la Consulenza il momento in cui integrare le abilità del Cliente con le Tue, e di ripristinare un equilibrio che manca nell’uso di alcune abilità superando i blocchi che ostacolano una buona Pianificazione Finanziaria.

A parole, chiunque abbia un minimo di conoscenza di base in ambito finanziario, concorda che sia meglio:

  • investire per il lungo termine,
  • non dare importanza alla volatilità di breve termine,
  • diversificare adeguatamente,
  • non dare troppo peso alle news,
  • accettare rischio e volatilità per ottenere un rendimento.

Nei fatti, tra “investitori” (o aspiranti tali) non si parla d’altro che:

  • di notizie di attualità (economiche, geopolitiche o, come l’anno scorso, sanitarie),
  • dell’ultima trimestrale delle azioni calde e che tutti conoscono,
  • di quanto si sarebbe diventati ricchi investendo 10 anni fa tutti i risparmi su Amazon, Netflix o bitcoin
  • dell’opportunità e moda del momento.

Informarsi ed essere aggiornati è bello. Ed è pure affascinante costruirsi le proprie idee e, perché no, cercare di approfittare e puntare su alcune di esse. Possibilmente con qualche soldino, e non con l’intero patrimonio.

È enormemente difficile non fare nulla, e semplicemente “fare qualcosa” (comprare, vendere, cambiare strategia…), indipendentemente dall’esito futuro, ci fa sentire meglio, ci dà sollievo temporaneo.

Mette a tacere, almeno per un po’ e in attesa dei risultati di queste azioni messe in pratica, la vocina interna che ci consiglia di “fare qualcosa”.Purtroppo (o per fortuna, per chi è in grado di capirlo), nella maggior parte del tempo trascorso sul mercato coi propri soldi investiti, non c’è da fare nulla.

Né comprare né vendere, ma attendere disciplinatamente.
Sempre se si possiede una vera pianificazione finanziaria e dei veri portafogli di investimento, e non un’accozzaglia di titoli e prodotti finanziari comprati senza obiettivi e senza senso.

Un Coaching specifico su di questo può fare la differenza nella Tua professione. Se vuoi chiamami per una Call gratuita per valutare insieme se questo percorso fa per Te.

Intanto puoi fare il primo passo acquistando per soli 75 euro – ossia al costo di una sessione di coaching – un programma di due ore di lavoro e il relativo manuale.

Si tratta di un libro con all’interno 12 sessioni di coaching specifiche, della durata in medi di 8 minuti, in tutto 2 ore, per imparare a conoscere le dinamiche di una Pianificazione Finanziaria Psicologica e fare quel passo in avanti che serve per essere veramente competitivo con la Tua Consulenza.

Qui troverai un libro di poco meno di 90 pagine con capitoli di approfondimento, esercizi, domade pratiche da fare ai clienti e soprattutto i dettagli della vera Pianificazione Finanziaria Psicologica.