il Rumore nelle decisioni UNICHE

Il Rumore nelle decisioni UNIchE

Stato: onlineSabrina PellegriniPSICOLOGIA del DENARO13 articoli

La variabilità NON DESIDERATA viene stabilita e quantificata, nel momento in cui si chiede al Team di Professionisti di un ente di produrre valutazioni sui medesimi casi. Il Rumore presente all’interno di un’organizzazione è visibile quando si organizza uno specifico Audit.

Vista da qui la problematica non sembra riguardare quelle decisioni che consideriamo uniche nell’arco delle nostre vite.

Prendiamo – ad esempio – la grossa difficoltà che il mondo ha dovuto affrontare nel 2014, quando nell’Africa Occidentale numerose persone morivano di Ebola e le proiezioni suggerivano che, a causa delle forti connessioni tra Paesi, l’infezione si sarebbe propagata velocemente in tutto il mondo: Europa, Nord America in modo particolare.

Negli USA l’allora Presidente Barack Obama ha ricevuto numerose pressioni e richieste di interruzione dei voli aerei “da e verso” le regioni colpite: ha dovuto affrontare una delle decisioni più difficili della sua presidenza. Allora decise, non solo di proseguire gli scambi con il resto del moando, ma anche di inviare 3.000 operatori sanitari proprio nell’Africa Occidentale.

Singolare vs. Ricorrente

Possiamo affermare che una decisione è UNICA quando viene presa una volta sola, quando le circostanze non possono ripetersi, non potremo ritrovare lo stesso individuo di fronte alla stessa scelta che per questo manca di precedenti.

Le decisioni che prendiamo legate all’accettazione di un lavoro, al matrimonio, all’acquisto di una casa, alla costruzione di un portafoglio ben diversificato da mantenere nel lungo periodo per raggiungere i nostri obiettivi di vita, hanno queste caratteristiche.

Anche negli affari, i dirigenti di punta sono chiamati a prendere decisioni che vivono come uniche: lanciare un prodotto innovativo, aprire una succursale in un paese straniero durante la pandemia, etc.

Anche se sottile, esiste una linea di continuità tra decisioni ricorrenti ed UniCHe: periti Assicurativi possono occuparsi di alcuni casi professionali come fossero fuori dal comune, mentre l’acquisto della casa al quarto trasloco gli pare ricorrente.

Se ci riferiamo ad alcuni casi estremi, vediamo chiaramente che esistono differenze molto marcate e significativea tra le Decisioni ricorrenti e quelle UNichE, come ad esempio la decisione di combattere una guerra, messa a confronto con l’annuale revisione del Budget.

Per questi motivi…

…sono state studiate come esperienze del tutto diverse, tanto che i sociologi e i ricercatori si sono concentrati sulle Decisioni Ricorrenti, mentre i CaSi UniCI sono divetati appannaggio di VIP del Management.

  • Le decisioni ricorrenti sono state analizzate grazie ad approcci statistici: per scoprire modelli sottostanti alle decisioni, identificare regolarità e misurarne l’accuratezza.
  • Gli studi sulle decisioni UNichE adottano una visione causale: cercano di focalizzare l’attenzione sulle cause di quanto accaduto (col senno di poi).

Se è vero che il RUMORE è da considerarsi come quella VARIABILITA’ NON DEISDERATA nel processo valutativo di fronte ad uno stesso problema, le decisioni UNICHE, quelle che non si ripetono mai esattamente, sembrerebbero immuni da questo problema.

Si può accettare di mettere a confronto la decisione di sposare quella persona unica e speciale con la decisione di altre persone di fare lo stesso, ma questo tipo di analisi non sarà rilevante: ogni coppia è davvero UNICA.

Tutto questo sembrerebbe indicare che non sia possibile osservare la presenza di RUMORE nelle decisioni UNichE. Eppure le decisioni singole non sono esenti dai fattori che producono RUMORE nelle Decisioni ricorrenti.

Al poligono di tiro, i tiratori della Squadra C (la squadra rumorosa) potrebbero regolare il mirino del fucile in direzioni diverse, o le loro mani potrebbero essere solo instabili. Se osservassimo solo il primo tiro della squadra, non avremmo idea di quanto sia rumorosa la squadra, ma le fonti di rumore sarebbero ancora lì.

Allo stesso modo, quando prendiamo una Decisione UnIcA, abbiamo bisogno di immaginare che un altro individuo non arriverebbe alla stessa conclusione di fronte agli stessi fatti: è bene riconoscere che in ogni processo valutativo è possibile prendere decisioni molto diverse in base alla presenza di aspetti anche irrilevanti.

Non possiamo misurare il RUMORE in una singola decisione, ma se pensiamo in modo controfattuale, sappiamo per certo che esiste.

Proprio come la mano instabile del tiratore presuppone che quel singolo colpo possa andare a segno da qualche altra parte, il rumore presente nel medesimo processo decisionale implica che la decisione avrebbe potuto essere discordante.

Considera i fattori che influenzano una singola decisione.

  • Se gli esperti incaricati di analizzare la minaccia Ebola e preparare i piani di risposta fossero state persone diverse, con background ed esperienze di vita diversi, le loro proposte al Presidente USA sarebbero state le medesime?
  • Se gli stessi fatti fossero stati presentati in modo leggermente diverso, la conversazione si sarebbe svolta allo stesso modo tra Obama e il Team?
  • Se i protagonisti fossero stati di umore diverso o si fossero incontrati durante una tempesta di neve, la decisione finale quale sarebbe stata?

Da questo punto di vista ogni decisione UniCA diventa incerta a causa dei troppi fattori che intervengono e dei quali non siamo consapevoli: ogni decisione può essere plausibilmente divegente. In tempi recenti, ogni Nazione ha risposto all’emergenza COVID-19 nello stesso momento, allo stesso problema, con differenze molto ampie.

Questa variazione fornisce una chiara evidenza della presenza di RUMORE nel processo decisionale.

Se l’epidemia avesse colpito un solo Paese? Non avremmo osservato alcuna variabilità, ma la nostra incapacità di osservare la variabilità non renderebbe la decisione meno rumorosa.

Se le decisioni UNichE sono rumorose tanto quanto quelle ricorrenti, allora le strategie che riducono il rumore nelle prime dovrebbero aiutare a migliorare anche la variabilità nelle seconde. Quella Variabilità NON DESIDERATA!

Quando hai bisogno di prendere una Decisione UnICA il tuo istinto sarà quello di trattarla come UnICA, sarà invece migliore se la tratterai come una Decisione Ricorrente: sarai soddisfatto!

Noi Psicologi affrontiamo questo tipo di Decisioni UnIChe ricercando quella più ecologica: la più sensata e al contempo sostenibile tramite un processo che limita BIAS e RUMORE. Un processo in grado di utilizzare tutte le nostra abilità (cognitive, emotive e corporee) assicurandoci di sfruttare tutte le 9 funzioni che servono. Ma di questo te ne parlerò la prossima volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *