La Personalità Finanziaria n°7

Il denaro è molto significativo ed importante per questo profilo. Percepisce con entusiasmo tutte le possibilità che i soldi possono portare. Vede nel denaro le numerose opzioni e la libertà che può offrire. Poiché odia sentirsi intrappolata, costretta, inscatolata o limitata, non ama stabilire un budget e tanto meno rispettarlo, tuttavia ha la dote di saper ottimizzare ciò che ha e adora spendere ed investire.

L’unico modo di garantirsi delle entrate e dei guadagni è facendo ciò che ama fare, solo questo le può permettere di avere delle entrate e svolgere attività con alto potenziale. Le piace vivere il momento ed apprezzare tutto ciò che la vita le può offrire, per questo le spese migliori sono quelle sostenute per vivere delle esperienze: praticare lo sport preferito, accessori per gli hobby, etc.

Può correre grandi rischi poiché ha la tendenza ad evitare di monitorare le spese e tenere sotto controllo il suo c/c, dare una direzione alle sue finanze. Solo sotto stress può diventare più ligia e “perfezionista” ed essere estremamente critica verso le sue finanze o bisogni. Poiché ha la tendenza a spendere in modo impulsivo, l’ideale sarebbe creare uno spazio tra l’impulso e la spesa: pianificare per evitare le gratificazioni immediate. Solo quando è a riposo riesce spontaneamente ad ottenere ciò che vuole, fare buoni affari ed a rispettare il budget.

Donna vive con la figlia Sophie, in procinto di sposarsi, su una piccola isola greca, dove gestisce un hotel chiamato Villa Donna. Ha scritto nel corso del tempo un diario, in cui racconta la sua gioventù e i suoi tre grandi amori (Sam, Bill e Harry); quando Sophie lo legge, crede che uno di questi possa essere suo padre e per questo decide di invitarli, all’insaputa della madre, al suo matrimonio.

Sull’isola iniziano ad arrivare gli invitati, tra cui le migliori amiche e i tre vecchi amori di Donna. Sophie cerca di tenere nascosto l’arrivo dei tre ex fidanzati alla madre, mentre Donna scopre la loro presenza sull’isola e cerca di tenerli alla larga dalla figlia, ignorando che sono lì proprio su suo invito.

Il giorno del matrimonio Donna decide di accompagnare la figlia all’altare, mentre i tre uomini, non potendo sapere chi di loro è il padre, accettano di essere ognuno “padre per un terzo” di Sophie.

Durante la cerimonia Sophie si rende conto di non volersi sposare, mentre Sam decide di chiedere a Donna di sposarlo e lei accetta.

Cosa detesta come Cliente

Si arrabbia molto se gli viene impedito di fare ciò che vuole. Teme i conflitti e non sopporta di essere richiamato all’ordine o ripreso, ha paura che gli si faccia terra bruciata intorno. Quando ha paura cerca di ingraziarsi l’interlocutore con la sua affabilità, oppure lo ignora concentrandosi su un particolare positivo per ignorare il lato spiacevole.

Ritiene che gli obblighi siano opinabili, appena può li evita, a meno che non gli vengano presentate ottime ragioni per cui ne vale la pena. Considera frustranti gli orari, i compiti, le necessità, la disciplina, i divieti e gli impegni.

Rifiuta ogni emozione spiacevole poiché non la sa gestire.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Sostenetelo nell’imparare con gradualità la disciplina, illustrando il senso e la necessità delle cose, limitandosi ad obiettivi precisi e a breve termine.

L’ideale è assegnargli dei compiti e lasciarlo libero di svolgerli a modo suo. Ha bisogno di imparare ad impegnarsi nel “qui e ora”, rispettare i patti, avere pazienza nel perseguire gli obiettivi.

Mostrate come piccoli sacrifici oggi danno notevoli risultati nel lungo periodo, formatelo al rispetto delle regole.

Mostrate come sia possibile mantenere aperto il canale delle emozioni comprese quelle spiacevoli.

Sapere di avere amici e di essere simpatico lo mette di buon umore, quando è tranquillo di non rimanere solo, allora il futuro gli appare roseo. Il gioco è il messo migliore per formarlo, poiché è disponibile solo quando si sente bene.

Warren Buffet

Warren Buffet …è così che mi immagino il Profilo 6 tutte le volte che mi approccio alla Profilazione ed è così che lo descrivo nel mentre che parlo delle caratteristiche di questa specifica Personalità Finanziaria all’interno dei miei interventi formativi rivolti ai Consulenti.

Ha iniziato ad investire nel 1954 con appena 100 dollari. Ora il valore del suo capitale ammonta – si dice – ad oltre 20 miliardi di dollari. Tra le storie di trader di successo, la sua è una delle più emozionanti.

Warren Buffett

Attualmente la galassia delle partecipazioni non quotate può essere raggruppata in 5 diverse classi di business: Assicurazioni, Produzione di beni, Ferrovie e Energia, Servizi e Retail, Business Finanziari. Si tratta di circa 90 diverse società, con un totale di 377.291 dipendenti.

L’acquisizione di società intere non quotate si è molto sviluppata nella seconda parte della gestione Buffett. Le principali partecipazioni quotate sono:

  • American Express Company
  • Apple Inc
  • Bank of America Corporation
  • The Bank of New York Mellon Corporation
  • BYD Company Ltd Charter Communications
  • The Coca-Cola Company
  • Delta Airlines Inc
  • General Motors Company
  • The Goldman Sachs Group, Inc
  • Moody’s Corporation
  • Phillips
  • Southwest Airlines Co
  • U.S. Bancorp
  • Wells Fargo & Company …

Lo stile di investimento è molto semplice: acquistare delle aziende a prezzo basso, migliorarle attraverso la gestione e puntando a fare dei miglioramenti a lungo termine nel prezzo delle azioni.

Molti lo hanno criticato per evitare aziende tech, ma rimanendo fedele a ciò che sa, è stato in grado di realizzare dei rendimenti sorprendenti.

Uno dei migliori consigli che possiamo prendere da Buffet è quello di pensare come un potenziale proprietario e di rimanere fortemente attaccati alle imprese su cui si investe. Secondo Buffet, le grandi imprese sono quelle semplici, prevedibili, dai rendimenti elevati e con una forte cassa.

Naturalmente sconsiglia i BitCoin come investimento.

La Personalità Finanziaria n°6

La nostra guida e mentore nel Viaggio tra le ) Personalità Finanziarie ha scelto per illustrarci il Profilo 6 la protagonista di questo film “La stanza di Marvin”.

Profilo 6

Esistono periodi e circostanze in cui riesce a vivere in modo frugale, mentre a volte si ritrova a fare spese pazze. Ha un comportamento ambivalente verso il denaro: le interessa guadagnare bene perché i soldi le danno sicurezza, ma dubita del loro reale valore.

Pensa che è di aiuto in caso di problemi per poterli superare. E’ accurata nelle scelte di acquisto e fa delle ricerche prima di passare all’azione. E’ sempre alla ricerca di maggiore sicurezza, allettata dal denaro per la sua funzione in caso di scenario spiacevole.

Apprezza le cose chiare e strutturate per cui avere e rispettare budget può essere un processo facile da padroneggiare. Sotto stress tollera poco il rischio e prendere decisioni molto lente quando si tratta di denaro. Pensa spesso al verificarsi del peggior scenario possibile e per questo resto intrappolati in una visione di scarsità, mancanza e nella sensazione di non avere abbastanza. Per questo possono anche diventare un pò ossessivi verso i loro obiettivi a scapito di un più salutare punto di equilibrio.

A riposo anticipa con un programma i passi da compiere, in modo da poter reagire più rapidamente e non perdere opportunità: riesce così a gestire in modo vantaggioso il tempo e le energie insieme al valore del denaro invece di guardare solo al costo.

Lee fa la parrucchiera in un piccolo paese dell’Ohio, vive sola con i suoi due figli e il più grande le reca non pochi problemi. Dopo vent’anni, la sua vita si riannoda a quella della sorella Bessie che vive in Florida accudendo il padre da anni allettato e l’anziana zia.

Lee decide di andare con i figli in soccorso della sorella alla quale è stata diagnosticata la leucemia. Appena arrivati, il figlio adolescente Hank si mostra piuttosto ostile e completamente indifferente sia ai problemi di salute della zia, ma pian piano ne nasce un rapporto speciale. La zia gli racconta di come era la vita di sua madre quando stava ancora con suo marito e Hank ha finalmente l’occasione di sentire la storia di suo padre e dare una risposta alla tante domande a cui sua madre non ha mai voluto e saputo rispondere.

Le due sorelle non sono ancora riuscite a superare i loro dissapori, ma Bessie vorrebbe che la sorella si trasferisse da lei definitivamente per assistere suo padre. Lee è assolutamente contraria e ribadisce la scelta fatta vent’anni prima di non voler restare rinunciando così alle sue ambizioni e ai suoi progetti. La sera, Lee propone alla sorella di pettinarle la parrucca che indossa da quando fa la chemioterapia. Il risultato è un taglio moderno che mette di buon umore Bessie, Lee inizia a fare coraggio a Bessie, a starle vicino, arrivando a capire che è giunto il momento di perdonare ed andare oltre.

Sfortunatamente nessuno dei familiari è compatibile per cui non sarà possibile eseguire il trapianto. Lee nella stanza di Marvin, vedendo la sorella divertirsi a produrre dei giochi di luce per il padre sente di poter dare e ricevere amore e quindi anche di poter vivere tutti insieme in quella casa.

Cosa detesta come Cliente

Non sopporta le novità, ha bisogno di tempo per preparasi, questo perché non riesce in modo fluido ad essere flessibile. Si muove con i radar accesi come una nave da guerra in allarme. Sempre pronto a saltare sulla difensiva, cerca di scoprire le “vere” motivazioni dietro ai comportamenti altrui e scatta in fuga o in attacco al primo segnale di pericolo.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Avendo difficoltà a portare avanti le responsabilità, poiché vissute come impegni gravosi ai quali non si può sfuggire, è importante mantenere aperti i canali di comunicazione emotiva, per mostrare e guidarlo a pensare con la propria testa ascoltando il proprio cuore.

Ha bisogno di mantenere il dialogo per sviluppare la stima di se e la fiducia negli altri. Accompagnatelo a verificare con voi le cose che non gli tornano, e mostrategli come sia stancante guardare solo al lato negativo delle cose.

Aiutatelo ad allentare l’eccessivo sendo del dovere che ha sviluppato che rende altrimenti impossibile portare a termine una buona Pianificazione Finanziaria. Ha bisogno che gli venga risposto sempre in modo esaustivo: siate autorevoli secondo regole precise e non mutevoli, poiché si ribella ad ogni autorità mutevole e incoerente.

Siate per lui un esempio pratico di ciò che deve imparare a fare, mostrategli come si fa. Fategli notare le occasioni in cui è riuscito a superare brillantemente le situazioni brutte e rischiose che si è trovato ad affrontare.

Ama le cose chiare, ha bisogno di linee guida chiare, ama gli ambienti stabili e strutturati.