Suze Orman

Suze Orman …è così che mi immagino il Profilo 2 tutte le volte che mi approccio alla Profilazione ed è così che lo descrivo nel mentre che parlo delle caratteristiche di questa specifica Personalità Finanziaria all’interno dei miei interventi formativi rivolti ai Consulenti.

Questa famosa Consulente ha guadagnato milioni dispensando consigli attraverso libri e programmi televisivi molto seguiti.

Suze Orman

Figlia di una segretaria e di uno spennapolli, Suze ha studiato Servizi Sociali persso l’Università dell’Illinois a Urbana, una volta completati gli studi ha iniziato a fare la cameriera in una panetteria a Berkeley in California.

In seguito ad alcuni cattivi investimenti ha voluto formarsi nel settore dei Servizi Finanziari, divetando una figura di spicco grazie ad un clamoroso fallimento.

Infatti nel 1980 prese in prestito 52.000 dollari da amici e parenti per aprire un ristorante, ma investì tutti i soldi con la Merrill Lynch e perse tutto nel giro di tre mesi.

Alla ricerca di un nuovo lavoro, lo trovò proprio alla Merrill Lynch, formandosi come broker nello stesso ufficio in cui aveva investito e perso i suoi soldi.

Man mano che diventava più competente in materia si fece persuasa che il broker che l’aveva consigliata le aveva raccomandazioni molto discutibili.

Citò in giudizio la società, lasciò la Merrill Lynch nel 1983 ed assunse il ruolo di vicepresidente degli investimenti presso Prudential Bache Securities.

Quattro anni dopo, fonda la Suze Orman Financial Group e diventa famosa per i suoi programmi televisivi di formazione, ma nonostante il suo successo, viene criticata per una presunta limitata comprensione dei problemi e dei prodotti finanziari complessi, viene accusata di fornire consigli molto semplici, in qualche modo validi per tutti.

La Personalità Finanziaria n°2

Ecco un’esemplare rappresentazione del Profilo 2, dove la splendida Meryl Streep ci regala la sua versione di Florence Foster Jenkis del film “Florence”.

Profilo 2

Spendere, donare, fare regali è un modo di offrire amore, con l’aspettativa che tanta generosità venga apprezzata. Poiché spendere per se stessi è da egoista, si spera così di ricevere qualcosa dagli altri.

Ottimista e generosa, non ha paura quando si tratta di soldi. Vuole donare e nutrire, per cui si concentra sull’essere utile ed offrire soldi per il comfort e il benessere di chi la circonda. Ha la capacità di rispettare un budget quando ne conosce il motivo più profondo. Un po’ come farebbe Francesca.

Poiché agisce con il cuore, può essere difficile mettere dei limiti alle richieste che arrivano per paura che dicendo di no possa contrariare chi le sta intorno. Questo può portare a spese eccessive. Sotto stress può decidere di fare acquisiti e regali con l’intento di ricevere quello di cui ha bisogno, senza chiedere.

Ignora il bisogno di avere e rispettare un budget e si lascia condurre da azioni ed obiettivi di breve periodo. Cerca modi in cui avere e ricevere denaro possa essere facile. Crede di dover lavorare duramente per l’amore e questo pensa che possa tradursi in denaro.

Florence è una ricca ereditiera con la passione per l’opera. La donna è estremamente gioviale, ma cela un segreto: da giovane ha contratto la sifilide dal suo primo marito, e convive da tempo con la malattia; per questo motivo lei e St.Claire, un attore fallito che le fa da agente, hanno un matrimonio bianco e l’uomo, vive separato da lei ed ha una relazione con la giovane Kathleen.

Ormai anziana, Florence decide di riprendere le lezioni di canto, ma possiede una voce tremenda, è stonata e non ha la minima capacità di tenere il tempo, nonostante suo marito e il maestro di musica Carlo Edwards la illudano di essere una cantante formidabile, vedendo la sua malattia peggiorare, temono che contrariarla le potrebbe essere fatale. Florence incoraggiata dal successo ottenuto in una rappresentazione organizzata per amici e affezionati, registra un disco da regalare. Dietro quella che sembra una grande beffa c’è in realtà una storia di grandi sentimenti reciproci tra Florence e St. Claire (anni prima lei aveva fatto lo stesso per lui). Sempre più entusiasta del proprio falso successo, Florence decide di organizzare un concerto di beneficenza. Arriva il giorno del grande evento i soldati, divertiti dall’incompetenza della donna, ridono e schiamazzano, ma gli amici di Florence riescono a portare la calma in platea e il concerto si conclude con un’ovazione. Tuttavia Earl Wilson, giornalista del New York Post va via sdegnato e scrive una pessima recensione dello spettacolo, che ritiene un oltraggio alla musica. E’ cosi che Florence comprende che tutti hanno sempre riso alle sue spalle, e ciò le causa un collasso. Poco prima di spirare Florence afferma: “Le persone possono dire che non so cantare, ma nessuno potrà mai dire che non ho cantato.”

Cosa detesta come Cliente

Non sopporta l’ingratitudine e l’indifferenza, la mancanza di affetti e la solitudine. Si isola solo se deve prendere decisioni importanti o se si sente profondamente delusa. Se è costretta a stare da sola non se ne sta con le mani in mano. Ha bisogno di condividere con qualcuno gli eventi piacevoli, altrimenti non riesce a gioirne, quindi le piace: chiacchierare altrimenti non le sembra di aver veramente vissuto una certa situazione.

Considera uno sgarbo imperdonabile ricevere un rimnprovero, a meno che non gli sia rivolto con i dovuti modi e venga accompagnato dalle opportune spiegazioni.

Che cosa potete fare come Consulente per questi Clienti

Accompagnatelo a sentire quello che veramente desidera, svincolato dalle necessità altrui. A volte è necessario aiutarlo a dire qualche no, per rimanere concentrati sulle proprie esigenze. Aiutatelo a sostenere i suoi interessi a spendere anche per sé.

E’ importante trasmettere solidarietà, essere apprezzata la fa sentire bene, sentire di essere sostenuta le fa superare i momenti difficili.

Ha bisogno di avvertire affetto, accoglienza e sostegno e che la gente le sia grata.